Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => [retina_logo] => [logo_width] => 230 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1280 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => fluid-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-float-right [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #ffffff [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #1980bd [link_color_hover] => #ff9f01 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Raleway [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 800 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 800 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Montserrat [font_heading_2] => Montserrat [font_heading_3] => Montserrat [heading_3_weight] => 800 [body_line_height] => 1.8 [heading_2_line_height] => 1.6 )

Troppi debiti? Ecco come fare per tornare a vivere sereni

Come fa una famiglia ad avere più rate di finanziamenti, quindi debiti, che stipendi?

Come fa una persona con un bello stipendio ad indebitarsi così tanto da non riuscire più a vivere e a far vivere la propria famiglia?

Come fanno Maria e Fabrizio ad avere insieme stipendi per 2.000 € e rate da pagare per 2.500 € tra mutuo e finanziarie varie?

Sembrano situazioni irreali ma invece esistono.
In questi mesi di casi come quelli di Maria e Fabrizio me ne sono capitati tantissimi.

Verrebbe da dire che potevano fare a meno di chiederli questi debiti… verrebbe da dire che potevano fermarsi prima…

Tutto facile da fuori, ma bisogna trovarsi in certe situazioni prima di giudicare.

La “sfortuna” di questa famiglia è quella di avere due stipendi fissi, dati da una delle più grandi aziende italiane.

Le Società finanziarie, in presenza di una busta paga sicura, erogano finanziamenti senza chiedersi come farà il cliente a rimborsare.

In più non tengono conto di quella norma bancaria secondo cui una rata di mutuo o finanziamento non dovrebbe mai superare il 35/40% del reddito.

Così facendo, continuano ad offrire al cliente nuovi prestiti, comprese le famigerate carte di credito revolving, con il rimborso rateale e tassi ai limiti (e qualche volta anche sopra i limiti) dell’usura.
Nella vita però possono capitare anche degli imprevisti: l’azienda per cui entrambi lavorano, un bel giorno li mette in cassa integrazione.

L’importo delle buste paga si riduce notevolmente ma le finanziarie continuano a pretendere le loro rate.
Maria e Fabrizio sono persone oneste e per pagare i debiti si indebitano ancora e le finanziarie continuano ad erogare.
Poi basta. Maria e Fabrizio chiedono aiuto ai loro genitori che ovviamente, nel limite delle loro possibilità, li aiutano. Ma anche i genitori non ne possono più.

Qual è il destino di questa famiglia?

Segnato! Dai debiti!

Pignoramento dello stipendio che quindi si riduce ancora; pignoramento della casa che, una volta messa all’asta, verrà “svenduta” ad un importo che non basterà a coprire tutti i debiti.

Qual è il destino di questa famiglia?

Senza casa, stipendi da fame e ancora una montagna di debiti da pagare. La vita diventa buia, non si intravede un futuro sereno, la depressione fa la sua comparsa e il vortice in cui si entra sembra non avere vie di uscita.

Sono pieno di debiti: C’è una soluzione? SI, ora c’è !

La Legge 3/2012, dopo anni di gestazione inizia vedere accolte molte richieste di questo tipo.

troppi debiti: come fare

All’inizio del 2012 se ti ricordi, i giornali erano pieni di notizie riguardanti i tantissimi suicidi dovuti a problemi finanziari, bancari fiscali. Non che adesso non ce ne siano, semplicemente i giornali e le televisioni non ne parlano, preferendo concentrarsi sul salvataggio delle Banche e sulla legge elettorale….

All’inizio del 2012 però, anche su pressioni Europee, questa legge di civiltà ha visto finalmente la luce. Pensa che in Germania esiste da cinquanta anni, in Francia da trenta, nei Paesi anglosassoni, Stati Uniti, Canada, Inghilterra, esiste da sempre.

In Spagna si chiama “Segunda Oportunidad”. In Italia sappiamo siamo un po’ più lenti su certe cose.

Ed è così che una legge che esiste dal 2012 e che è stata denominata “Salva Suicidi”, vede le sue prime applicazioni dopo tre anni.

Qual è l’obiettivo di questa legge?

Dare la possibilità alla persona o famiglia in forte stato di sovraindebitamento, di tirare una riga sopra i debiti e porre fine a questo stato per poter ripartire puliti.

Troppi debiti: Come fare?

Quello che fino ad oggi era riservato ai grandi imprenditori, adesso può essere applicato anche ai piccoli, ai professionisti, agli agricoltori e anche ai semplici consumatori con lavoro dipendente.

Maria e Fabrizio hanno i requisiti per accedere ai benefici della Legge 3/2012 e possono vedersi ridotto in modo sostanziale i loro debiti. Così facendo potranno pagarli con una rata sostenibile e proporzionata al loro reddito.

La legge dice che il debitore deve poter avere un tenore di vita dignitoso.

Quanti Marie e Fabrizi ci sono in Italia? Milioni!!

Tantissime brave persone che hanno dovuto indebitarsi per sopperire all’abbassamento del loro reddito, oppure per far fronte ad imprevisti riguardanti la salute loro o dei loro figli.
Ora possono avere la speranza. Possono rivedere una luce nel loro futuro e con un po’ di impegno poter sperare di uscire da una situazione che altrimenti non potrebbe avere una fine.

Non riesco a pagare i debiti, come posso fare? Rivolgiti a Legge3!

Sei anche tu in questa situazione? Conosci anche tu qualcuno che lo è?

Non avere paura a chiamarmi. Una valutazione preliminare non costa nulla, e può darti una grandissima SPERANZA.

La tua vita e quella della tua famiglia sono importanti!

CHIAMACI OGGI STESSO O COMPILA LA RICHIESTA NEL MODULO QUI SOTTO!

NON ASPETTARE!

phone

OPERIAMO IN TUTTA ITALIA

Buona vita!

Gianmario

Modulo Richiesta Informazioni

Nominativo(Obbligatorio)


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 per la finalità di richiesta informazioni e/o richiesta di consulenza gratuita.
Dati personali(Obbligatorio)
(Specifichiamo che il conferimento dei dati da parte degli utenti è facoltativo, ma è tuttavia indispensabile per l'invio delle informazioni da Lei richieste.)
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 per la finalità di Marketing (newsletter, ricontatto)
Acconsenti(Obbligatorio)
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

44 commenti su “Troppi debiti? Ecco come fare per tornare a vivere sereni”

    • Buongiorno, una soluzione c’è sempre.
      Facciamo un incontro, vediamo la sua situazione e come risolverla.
      Le scrivo in privato così mi lascia i suoi dati.
      Buona vita!

      Rispondi
  1. Salve sono Tì, la mia situazione è troppo pesante,sono sposato e mia moglie non lavora, ho uno stipendio di 1550€ , la rata del mutuo di 670€ , rata prestito di 340, cessione del quinto di 273, quello che rimane serve per le varie bollette e assicurazioni macchine spesa etcc.. ogni mese non mi rimane un euro per chiudere in bellezza oggi ho fuso la macchina, la banca non mi rinegozia il mutuo nonostante abbia sempre pagato puntuale ! Avete una soluzione per me??

    Rispondi
    • Buongiorno, ci chiami al numero verde 800 66 25 18, la mettiamo in contatto con il professionista della sua zona, vi incontrate, e vedrà che una soluzione la troviamo.
      Buona Vita!

      Rispondi
      • Sig. Salvatore, quello che dice lei è comprensibile, considerando la giungla che c’è in giro sul web e considerando che per troppi anni la stampa e le istituzioni hanno taciuto su questa legge e le sue opportunità. Ma il fatto è che quello che diciamo qui è tutto vero, ed a testimoniare questo ci sono decine e decine di sentenze che abbiamo ottenuto nei tribunali di tutta Italia, ci sono le testimonianze scritte ed in video di persone che, mosse dalla gratitudine nei nostri confronti, ci hanno fatto l’onore di raccontare la loro storia a lieto fine. Quindi mi permetta di dirle che se in questo momento sta attraversando un momento difficile e desidera avere una consulenza con i nostri specialisti (che le forniremo gratuitamente) può chiamarci al numero verde 800 66 25 18 o compilare la richiesta di contatto qui sul sito. http://www.legge3.it
        se desidera qui può scaricare la prima edizione del libro “fatti e non parole” che racchiude alcune sentenze e testimonianze dei nostri clienti, lo legga: http://bit.ly/2QpFD06

        buona vita!

        Rispondi
  2. salve mi chiamo luigi no so come spiegarvi ho un mutuo che era di 700 euro piu alcune finaziare tempo fa ho perso il lavoro no potendo pagare ho mandato indietro le finaziare ho chiamato la banca per digli che no potevo pagare mi hanno risposto dopo 6 mesi dicendo ok blocchiamo il mutuo ma dopo un anno trovato lavoro con una stipendio di 1-100 euro ho detto la banca di abbassare la rata senza alcuna carta scritta mi hanno fatto pagare 500 euro visto che avevo alcuni finaziamenti in corso . ora mi ritrovo con 25 mila euro a dare la finaziario che mi ha mandato una notifica giudiziaria dal tribunale di pordenone piu la banca mi costringe a vedere casa no riesco piu a dormire mi sono rivolto a tante persone in zona ma trovato tutte le porte chiuse sto male fuori di me chiedo aiuto perche no so piu come muovermi chi rivolgermi no ne capisco di legge se mi pignorano lo stipendio sono su l astico no riesco neanche piu a mangiare grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Luigi, ci chiami al numero verde 800662518 e fissi un appuntamento con i nostri consulenti. Di casi come il suo, purtroppo, ne vediamo ogni giorno. l’unica cosa che le dico è che esiste la soluzione. Ci chiami e la aiuteremo a uscire dal tunnel.
      Buona vita!

      Rispondi
  3. Buona sera io mi trovo in una situazione simile agli altri forse un po’ più leggera….ho uno stipendio di circa 680 euro con una rata da 220 più una da 105 euro di un finanziamento da pochi mesi che però non riesco a sostenere e pago sempre in ritardo…possiamo rimediare?grazie!!

    Rispondi
    • Buongiorno Michela. Ci chiami al numero verd 800662518, prenda appuntamento, valutiamo la situazione e la consigliamo al meglio. L’incontro è gratuito, ci chiami.
      Buona Vita

      Rispondi
  4. Io sono una signora che non riesco piu a vivere perche non riesco ne a pagare l affitto e ne a pagare il prestito cosa devo fare aiutatemi

    Rispondi
  5. Buona sera sono Anna ho dei problemi in famiglia economici posso trovare una soluzione da tre cose da pagare vorrei arrivare a una soluzione con una cosa sola da pagare

    Rispondi
  6. Buongiorno io onestamente nn c’è la faccio più ho pensato a tante soluzioni molto brutte, ho chiuso la ditta da tre anni dopo crisi e insoluti e poi vengo a scoprire che tantissime cose nn sono state pagate , adesso continuano ad arrivarmi avvisi e notifiche da agenzia delle entrate nn riesco più a portare questo peso, vorrei sapere come funziona il sovraindebitamento, nn ho molte possibilità, ho provato anche a chiedere consiglio ad un avvocato ma la sua risposta è stata nn si può fare niente a parte pagare…

    Rispondi
    • La capisco Simonetta, ma una soluzione c’è sempre!
      Ci chiami al numero verde, vediamo cosa effettivamente si può fare per la sua situazione.
      800 66 25 18.
      Buona vita!

      Rispondi
  7. Salve sono Giorgio Volevo raccontarvi la mia storia Dunque nel 2006 ho fatto un mutuo per un bilocale poi cosa è successo abbiamo avuto due gemelli e dopo 8 anni insieme cioè noi quattro dentro questo bilocale abbiamo deciso di andare in affitto affittando sua volta il nostro però per lo stato io risulto benestante quindi mi è arrivato un 730 che mi ha massacrato adesso un mutuo un prestito due figli da mantenere e per lo stato io sono benestante non riesco più a pagare i miei debiti mi potete aiutare Grazie

    Rispondi
    • Salve Giorgio,
      Ci chiami al numero Verde 800662518, un consulente la chiamerà e cercherà di capire assieme a lei come uscire da questa situazione.
      Buona vita

      Rispondi
  8. Buonasera, chiedo se possibile fare qualcosa in quanto mi sono indebitata molto e a oggi
    faccio fatica ho un mutuo semestrale di euro 8400 è stato sempre pagato a volte in ritardo ho fatto dei finanziamenti per pagarlo la rata che avrò a dicembre non riesco a pagarla, ho due cessioni sullo stipendio e quello lo posso affrontare, ma poi ho altri due finanziamenti grossi uno da 476,00 e l’altro da 165,00 a oggi li sto pagando in ritardo e sono segnalata ma spesso non riesco a pagare il corrente le spese
    di casa, lo stipendio al momento lo prendo io, mio marito ha una attività riesce a pagare
    la spesa del mese e basta tutto il resto è di mia competenza spesso non ho neanche
    benzina per portare a scuola mia figlia o acquistare beni che le possono servire a volte anche le medicine devo aspettare il mese dopo quando arriva lo stipendio perché non rimane niente dopo una settimana che ho avuto il bonifico dall’azienda , vorrei avere delle informazioni per poter migliorare un pochino la mia situazione
    saluti

    Rispondi
  9. Salve avrei bisogno di un consiglio ho una cessione del quinto e due finanziamenti e non riesco più ad andare dietro a questi finanziamenti ce un rimedio non e la faccio piu

    Rispondi
  10. Buonasera.
    Mi chiamo Sara. Ho un mutuo quasi al termine, mi mancano 3 anni. Nel 2007 mio marito e mio cognato a mio nome hanno preso un locale in gestione. In un anno e mezzo hanno fatto parecchi debiti. Pensavo di averli pagati tutti ma ieri mi è arrivata un’ingiunzione per un debito di € 19.000 mai pagato. Al momento ho un mutuo di 550 € più due prestiti per un totale di € 570. Ora non so come fare per pagare questi soldi aggiuntivi. Io lavoro e ho uno stipendio di circa € 1400 mio marito invece a giugno ha perso il lavoro. Non si più cosa fare. Sono stanca di pagare debiti, vorrei finalmente respirare un po’. Grazie di darmi un consiglio. Buona serata

    Rispondi
    • Salve Sara, sicuramente la sua situazione va affrontata con una consulenza privata, la invito a chiamarci al numero verde 800662518 in modo da poterle dare tutto il supporto necessario.

      Rispondi
  11. Salve, sono un pensionato di 70 anni che percepisce 1480 euro al mese ma in difficolta’ economica con tre prestiti che mi portano via 860 euro al mese piu’ le bollette da pagare, sono distrutto. Io e mia moglie gia’ da tanto tempo ci stiamo privando di tutto con grossi sacrifici, ho pagato sempre e regolarmente perche’ i soldi vengono presi direttamente dal mio cc. in banca. i prestiti sono serviti per tantissime cose tra cui la ristrutturazione del palazzo in cui abito. Il mio sbaglio e’ stato quello di rinnovare sempre questi maledetti prestiti che non finiscono mai, chiedo a voi cortesemente come posso fare per diminuire questo enorme debito. Volevo ricordarvi che due di questi debiti e non capisco la ragione sono stati venduti a banche circa due mesi fa. Aspetto una vostra risposta, grazie.

    Rispondi
    • Gentile sig. Vincenzo, grazie per il suo commento. Vorrei prima di tutto rassicurarla perché certamente anche per la sua situazione c’è una strada per la soluzione. Deve fare solo una cosa: ci chiami in sede al numero verde 800662518 per prenotare una consulenza riservata, con il nostro specialista a lei più vicino, che riceverà gratuitamente. Buona vita

      Rispondi
  12. Giovanni. Pensionato dal 2013 a 1250 euro nulla tenente, oltre ciò che rimane della pensione per poter “vivere” in due con affitto e il resto che concerne il restare coscienti. Mi sono sempre indebitato per aiutare la famiglia,perciò rifarei il tutto.Purtroppo il mio aiuto non e servito per uno dei miei quattro figli,suicida,per la sua e la nostra disperazione. Ultimo prestito Novembre 2019 per coprire (non riuscendoci) altri debiti.15000 euro con il quinto sulla pensione.Dopo tre mesi l’Inps mi informa che devo restituire dei soldi per una disoccupazione presa ma non spettante di mio figlio,50 euro al mese,nel frattempo l’ufficio delle entrate mi notifica un eccesso di liquidazione da lavoro anche questa da restituire rateizzata,ciliegina nella torta,giusto sia cosi,la colpa la do solo a me stesso.pignoramento di una parte della pensione da Ifis recupero crediti.Nella mia situazione quale può essere la soluzione,seguire le orme di mio figlio,cosa che non mi e riuscita per colpa della mia vigliaccheria,quando credevo di esserci riuscito,mi salvano,adesso ci penso ma sono controllato,A 70 anni trovarsi in questa situazione,quando dovrebbe essere il momento di godersi la vita dopo 42 anni di onorato lavoro,autista internazionale.Doveva essere la normalità.Colpa mia.Cento figli non potranno mai mantenere un padre.( Citazione infelice) ma e cosi.Scusate lo sfogo,non credo ci sia scialuppa di salvataggio per me.Grazie.Saluti.

    Rispondi
    • Giovanni grazie per il suo commento. Ascolti bene adesso: quello che deve fare è chiamarci subito al numero verde 800662518 e le daremo una mano. Siamo specializzati in questo genere di problemi e sappiamo come fare, siamo gli unici ad aver portato a buon fine il 100% delle pratiche che ci hanno affidato… faccia il primo passo, chiami con fiducia al numero verde 800662518

      Rispondi
  13. Mi è stato detto che con un solo prestito non era possibile avvalersi della legge 3 ma io sono in cassa integrazione e pago 400 € di affitto e siamo 4 persone

    Rispondi
    • Buongiorno Giuseppe, grazie per aver commentato. Non so chi le ha dato queste notizie, la legge non fissa una misura minima di prestiti per accedere alle procedure di esdebitazione, ma si rivolge a chi ha più debiti di quelli che può pagare. Le consiglio di contattarci subito al NUMERO VERDE 800 66 25 18, in modo che un nostro specialista possa darle GRATUITAMENTE una consulenza. Meglio parlare in privato di questi argomenti. Ci contatti al numero verde 800 66 25 18 e vedrà che tutto sarà più chiaro e la soluzione più vicina.
      Buona Vita!

      Rispondi
  14. Sono un pensionato e non ce la faccio piu a pagare le bollette gas luce e l’affitto sto pagando due finanzimenti uno200,71.e uno di 90 pago un affito di 5oo.61 piu il condominio 50.3 euro la penzione. e 1000.66 euro.non so piu come andare avanti sono disperato

    Rispondi
    • Carissimo sig. Graziano, questa sua situazione è sempre più comune in Italia in questo periodo… la pandemia ed il lockdown hanno messo in ginocchio la nostra economia e sembra che ogni giorno le cose vadano a peggiorare. Quello che deve sapere è che lasciarsi vincere dallo sconforto non risolve il problema, al contrario, rende tutto più pesante ed insopportabile. Per questo motivo le consiglio immediatamente di mettersi in contatto con noi telefonandoci al numero verde 800.66.25.18 ed indicando che ha risposto ad un articolo sul nostro sito. Voglio avvisarla di diffidare da chiunque la contatti a nostro nome sui social… il solo ed unico modo per avere il nostro supporto e per prenotare la consulenza gratuita è chiamare al numero verde 800.66.25.18 o compilare il modulo su questo sito. Non aspetti altro tempo, coraggio sig. Graziano!

      Rispondi
    • Sig. Graziano, per favore, non dica queste cose mai… lasciarsi prendere dalla disperazione è assolutamente inutile, perché la soluzione al sovraindebitamento esiste e lo può vedere scorrendo tra tutte le pagine del nostro sito. Capisco perfettamente il suo stato d’animo e le posso garantire che è normale vivere male questa situazione… ha tutte le ragioni. Ma non deve cedere alla disperazione. Quello che le dico è di chiamare adesso il numero verde 800.66.25.18 e dire ai miei collaboratori che è “la persona che ha lasciato il commento sul sito”… coraggio, l’aspetto!

      Rispondi
  15. Salve io e mio marito abbiamo un complessvo di 3200 di stipendi, ma i nostri debiti arrivano a più della metà del nostro reddito… in più siamo sempre in rosso con il conto per riuscire ad andare Avanti… si può fare qualcosa? Ormai mio marito non dorme da più di un anno…

    Rispondi
    • Buongiorno Manuela, grazie per il suo commento. Situazioni come quella che ci ha scritto sono, purtroppo, molto frequenti e sappiamo quanto possano essere difficili da affrontare e quanto diventino pesanti da sopportare.
      La legge 3 del 2012 potrebbe proprio essere la via giusta per voi, per ritrovare la vostra serenità. Ovviamente per darle la certezza di questo non ci possiamo basare solamente sulle notizie che ci ha appena scritto, quindi ecco il nostro consiglio: quanto prima chiami il nostro numero verde 800 66 25 18 e le daremo un appuntamento con uno dei nostri specialisti più vicino a lei, per analizzare nel dettaglio la vostra situazione.
      La consulenza che le daremo sarà gratuita e senza alcun impegno, quindi la invitiamo ad approfittare di questa possibilità senza perdere un altro minuto! In alternativa al numero verde, per richiedere il nostro contatto, può anche utilizzare il modulo presente sulla home page del sito, qui: http://www.legge3.it
      Se non l’ha ancora fatto la invito a scaricare gratuitamente la nuova edizione del nostro libro “FATTI E NON PAROLE” a questo link: https://bit.ly/fattienonparolelibrogratis
      Legga qui le storie, le testimonianze e le sentenze di chi ha risolto per sempre i propri problemi di sovraindebitamento, vedrà che le si aprirà una nuova prospettiva.
      Ci contatti presto e non perdete mai la speranza!
      Buona Vita

      Rispondi

Lascia un commento