Accordo di composizione della Crisi, stralciati 68.884€ 

Artigiano muratore di Reggio Emilia, debiti totali per 94.134€ quasi tutti con Agenzia delle Entrate, Inps e Inail.

Ora è dipendente con stipendio di 1.800€ al mese. Ai sensi della Legge 3 del 2012 è stato proposto l’accordo di composizione della crisi. Accordo raggiunto con il 66% dei creditori;  il Giudice lo omologa e in 5 anni e 6 mesi l’artigiano pagherà un totale di 25.250€. Abbiamo così ottenuto uno stralcio di 68.884€.

Leggi tutta l’omologa qui

——————————————————————————————

Altro successo, altra Ordinanza di Liquidazione, questa volta a Cuneo.

Il Giudice dichiara aperta la procedura di liquidazione dei beni, dichiara che il debitore debba trattenere per sé la somma di 1800€ mensili per il mantenimento suo e della sua famiglia, mentre l’eccedenza andrà versata alla procedura per pagare i debiti, e dispone che “non possono, sotto pena di nullità, essere iniziate o proseguite azioni cautelari o esecutive né acquistati diritti di prelazione sul patrimonio… da parte dei creditori…” …

Per leggere tutta l’ordinanza clicca qui

————————————————————-

Ordinanza di liquidazione a Forlì

Il cliente dovrà tenere per sè quanto basta per mantenere in modo dignitoso la sua famiglia e versare l’eccedenza del suo stipendio alla procedura per 5 anni.

Per leggere tutta la sentenza clicca qui

 

——————————————————–

Testimonianza scritta di un nostro cliente

————————————————————————-

Video testimonianza di Enrico Infermiere di Napoli