Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => [retina_logo] => [logo_width] => 230 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1280 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => fluid-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-float-right [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #ffffff [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #1980bd [link_color_hover] => #ff9f01 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Raleway [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 800 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 800 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Montserrat [font_heading_2] => Montserrat [font_heading_3] => Montserrat [heading_3_weight] => 800 [body_line_height] => 1.8 [heading_2_line_height] => 1.6 )

250.000 € di debiti cancellati per ricominciare a vivere

Alida era titolare in provincia di Ferrara di una attività commerciale che ha dovuto chiudere nel 2016 perché gli incassi non permettevano più di avere un reddito sufficiente per far fronte a tutti i costi e a poter fornire un guadagno che le permettesse di vivere.

Purtroppo Alida non è riuscita trovare un lavoro stabile e ciò ha aggravato il suo stato di insolvenza.

Per molti anni non è riuscita a pagare le tasse sul reddito, l’Iva, l’INPS e negli ultimi tempi anche le rate del mutuo non è più riuscita ad onorarle.

Ha provato anche a rateizzare il debito con Equitalia e qualche rata è riuscita a versarla. Ma poi ha dovuto smettere.

Si è trovata così con un monte debiti di quasi 300.000 euro e un futuro segnato: l’immobile di cui è proprietaria, che si trova in un paesino di montagna, sarà messo all’asta e svenduto per una cifra irrisoria che basterà appena per pagare le spese di procedura.

La maggior parte dei debiti resteranno sulle sue spalle per tutto il resto della sua vita.

Ma Alida incontra i consulenti di LEGGE3.it e capisce subito che possono essere loro a ridarle una nuova vita, libera dai debiti, per poter ricominciare pulita.

Su consiglio degli Specialisti mette a disposi- zione il suo immobile, peraltro di basso valore, ma grazie alla vendita di questo potrà vedersi cancellati tutti i debiti restanti, più di duecento- cinquanta mila euro!

Il giudice di Ferrara infatti emette il decreto di Apertura della Liquidazione e ordina al liquidatore di acquisire la casa di Alida e metterla in vendita.

Il ricavato (circa 45.000 euro) verrà distribuito fra i creditori e i restanti debiti verranno resi inesigibili, grazie alla Legge 3 del 2012.

Clicca l'immagine per ingrandire

File allegati