Array ( [hide_title] => 1 [hide_tagline] => 1 [logo] => [inline_logo_site_branding] => [retina_logo] => [logo_width] => 230 [top_bar_width] => full [top_bar_inner_width] => contained [top_bar_alignment] => right [container_width] => 1280 [container_alignment] => boxes [header_layout_setting] => fluid-header [header_inner_width] => contained [nav_alignment_setting] => left [header_alignment_setting] => left [nav_layout_setting] => fluid-nav [nav_inner_width] => contained [nav_position_setting] => nav-float-right [nav_drop_point] => [nav_dropdown_type] => hover [nav_dropdown_direction] => right [nav_search] => disable [content_layout_setting] => one-container [layout_setting] => no-sidebar [blog_layout_setting] => right-sidebar [single_layout_setting] => right-sidebar [post_content] => excerpt [footer_layout_setting] => fluid-footer [footer_inner_width] => contained [footer_widget_setting] => 1 [footer_bar_alignment] => right [back_to_top] => enable [background_color] => #ffffff [text_color] => #3a3a3a [link_color] => #1980bd [link_color_hover] => #ff9f01 [link_color_visited] => [font_awesome_essentials] => 1 [icons] => font [combine_css] => 1 [dynamic_css_cache] => 1 [font_body] => Raleway [nav_is_fixed] => 1 [structure] => floats [header_text_color] => #3a3a3a [header_link_color] => #3a3a3a [navigation_background_color] => #222222 [navigation_text_color] => #ffffff [navigation_background_hover_color] => #3f3f3f [navigation_text_hover_color] => #ffffff [navigation_background_current_color] => #3f3f3f [navigation_text_current_color] => #ffffff [subnavigation_background_color] => #3f3f3f [subnavigation_text_color] => #ffffff [subnavigation_background_hover_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_hover_color] => #ffffff [subnavigation_background_current_color] => #4f4f4f [subnavigation_text_current_color] => #ffffff [sidebar_widget_title_color] => #000000 [site_title_font_size] => 45 [mobile_site_title_font_size] => 30 [form_button_background_color] => #666666 [form_button_background_color_hover] => #3f3f3f [footer_background_color] => #222222 [footer_link_hover_color] => #606060 [entry_meta_link_color] => #595959 [entry_meta_link_color_hover] => #1e73be [blog_post_title_color] => [blog_post_title_hover_color] => [heading_1_font_size] => 40 [mobile_heading_1_font_size] => 30 [heading_1_weight] => 800 [heading_2_font_size] => 30 [mobile_heading_2_font_size] => 25 [heading_2_weight] => 800 [heading_3_font_size] => 20 [mobile_heading_3_font_size] => [heading_4_font_size] => [mobile_heading_4_font_size] => [heading_5_font_size] => [mobile_heading_5_font_size] => [font_heading_1] => Montserrat [font_heading_2] => Montserrat [font_heading_3] => Montserrat [heading_3_weight] => 800 [body_line_height] => 1.8 [heading_2_line_height] => 1.6 [underline_links] => never [use_dynamic_typography] => [header_background_color] => #ffffff [site_title_color] => #222222 [site_tagline_color] => #757575 [content_background_color] => #ffffff [entry_meta_text_color] => #595959 [sidebar_widget_background_color] => #ffffff [footer_widget_background_color] => #ffffff [footer_widget_title_color] => #000000 [footer_text_color] => #ffffff [footer_link_color] => #ffffff [form_background_color] => #fafafa [form_text_color] => #666666 [form_background_color_focus] => #ffffff [form_text_color_focus] => #666666 [form_border_color] => #cccccc [form_border_color_focus] => #bfbfbf [font_manager] => Array ( [0] => Array ( [fontFamily] => Raleway [googleFont] => 1 [googleFontCategory] => sans-serif [googleFontVariants] => regular,italic,700,700italic ) [1] => Array ( [fontFamily] => Montserrat [googleFont] => 1 [googleFontCategory] => sans-serif [googleFontVariants] => regular,italic,700italic,800,800italic ) ) [typography] => Array ( [0] => Array ( [selector] => body [fontFamily] => Raleway [lineHeight] => 1.8 [module] => core [group] => base ) [1] => Array ( [selector] => main-title [fontSize] => 45 [fontSizeUnit] => px [module] => core [group] => header ) [2] => Array ( [selector] => h1 [fontFamily] => Montserrat [fontWeight] => 800 [fontSize] => 40 [fontSizeUnit] => px [module] => core [group] => content ) [3] => Array ( [selector] => h2 [fontFamily] => Montserrat [fontWeight] => 800 [fontSize] => 30 [fontSizeUnit] => px [lineHeight] => 1.6 [module] => core [group] => content ) [4] => Array ( [selector] => h3 [fontFamily] => Montserrat [fontWeight] => 800 [fontSize] => 20 [fontSizeUnit] => px [module] => core [group] => content ) ) )

Troppi debiti? Ecco come evitare tragedie economiche

Come evitare tragedie economiche se non riesci a pagare i debiti?

Quando non si riesce più a pagare i debiti, si cerca il modo per evitare tragedie economiche che porteranno nel baratro.

Si pensa che la soluzione giusta sia quella di ottenere un po’ di liquidità per provare a coprire gli arretrati.

Non avendo altre strade si pensa sempre alle stesse:

  • Chiedere un prestito
  • Rinnovare la cessione del quinto 
  • Fare un mutuo di consolidamento

 

Liberarsi dal peso insormontabile dei debiti e non essere inseguiti dai creditori è quello che desiderano tutte le persone che si trovano in sovraindebitamento, ma per riuscire ad ottenere questo risultato bisogna fare molta attenzione!

Questo articolo vuole dare gli strumenti corretti per farlo, senza rischiare niente e, soprattutto, evitando vere e proprie tragedie economiche per la persona e per la sua famiglia.

Voglio rispondere a quella domanda che ci fanno le persone che ci contattano e che stanno cercando il modo più immediato per risolvere tutti i problemi con i debiti. 

Come posso evitare la tragedia economica?

 

Prima di continuare nella lettura puoi guardare il video “TROPPI DEBITI, COME FARE? - Come evitare tragedie se non riesci a pagare i debiti”, in cui si affronta l’argomento secondo i principi della legge 3/2012 prima che le procedure fossero assorbite dal codice della crisi!

Trovare liquidità ti porta alla tragedia economica

In un mondo dove le difficoltà finanziarie sembrano essere all'ordine del giorno per molti, la ricerca di soluzioni immediate per affrontare i debiti può sembrare la via d'uscita più logica.

Recuperare liquidità per saldare gli arretrati è molto comune e confesso che in passato anche io mi sono ritrovato a percorrere questa strada pensando di fare la cosa giusta. 

Soltanto dopo mi sono accorto che invece avevo peggiorato la mia situazione e che i miei guai stavano aumentando. 

Il problema è proprio questo: si capisce l’errore troppo tardi!

E’ essenziale prestare attenzione a queste apparenti soluzioni facili, poiché potrebbero portare verso una vera e propria tragedia economica.

Aver fatto un debito per pagare debiti, ti ha portato alla rovina?

Trovarsi in una situazione dove l'unica soluzione che si vede è fare un nuovo debito per pagare quelli esistenti, allora bisogna fermarsi un momento e riflettere. 

Questo approccio può facilmente portare alla rovina, facendo cadere nella peggiore delle crisi finanziarie: il sovraindebitamento. 

Lo ripeto in modo che possa essere chiaro una volta per tutte: 

Chiedere un prestito o cercare di ottenere liquidità con mutui o cessioni del quinto o cose simili, NON È MAI LA SOLUZIONE GIUSTA!

Specialmente se i debiti sono diventati insopportabili e non si sa più come fare a portare avanti la famiglia, il lavoro e la vita di tutti i giorni.

I cattivi consigli dei falsi esperti

Il mondo è pieno di falsi esperti che consigliano soluzioni immediate per risolvere i problemi di debito, senza considerare le reali conseguenze. 

Falsi “esperti del debito” che hanno il coraggio di consigliare queste cose a chi è in difficoltà, ma anche avvocati senza scrupoli, è incredibile! 

Questi consigli possono sembrare un sollievo immediato, ma in realtà rappresentano una pericolosa trappola.

Dire ad una persona in crisi per i debiti, che per risollevarsi deve richiedere un prestito, oppure fare un mutuo di consolidamento o addirittura rinnovare la cessione del quinto è come consigliare a chi soffre di emicrania di curarsi prendendo a testate una porta! 

Un vero professionista non dovrebbe mai suggerire di affrontare il sovraindebitamento aumentando il tuo livello di indebitamento.

Quali motivi portano al sovraindebitamento?

Le cause del sovraindebitamento sono varie e complesse, non esiste la regola assoluta per risolvere i problemi di chiunque, perché tutti noi abbiamo storie e circostanze diverse: 

  • chi si è indebitato per motivi di famiglia
  • chi per motivi di salute
  • chi è stato truffato
  • chi ha perso il lavoro
  • chi aveva una sua ditta e per colpa della crisi ha dovuto chiudere
  • chi ha ereditato i debiti 
  • chi si è trovato coinvolto in questi problemi perché aveva firmato come garante per un parente o un amico. 

Ogni situazione è unica e richiede un approccio su misura.

Per questo motivo è necessario cercare di capire come stanno le cose, prima di consigliare a qualcuno la strada da percorrere. 

Ma una cosa è certa, nessuno si è mai liberato dal sovraindebitamento facendo un nuovo debito! 

La liquidità ottenuta in questo modo evapora in un momento, lasciando in una situazione ancora peggiore di prima.

Quello che forse si riesce a fare in questi casi, è mettere una pezza ad alcuni arretrati, ma presto ci si renderà conto che a fine mese il problema ritorna. 

Ed insieme al problema il panico e con esso la ricerca di una nuova finta soluzione.

Forse usare la carta revolving? 

Probabile, perché in prima battuta si pensa che questa aiuterà a fare la spesa e a pagare qualche bolletta, ma anche in questo caso ci si accorge tardi che pure la rata della carta di credito va pagata. 

Ecco come si arriva al sovraindebitamento! 

Lo dico per esperienza. 

In questi anni abbiamo conosciuto migliaia di famiglie che hanno un reddito insufficiente persino a coprire tutte le rate 

Ho conosciuto personalmente padri di famiglie che spesso si sono trovati a dover decidere se mangiare o pensare i debiti! 

Questa situazione comporta delle vere e proprie tragedie economiche e purtroppo sappiamo anche che molte persone hanno ceduto alla disperazione, scegliendo la fine più drammatica di tutte.

Come evitare la tragedia cancellando tutti i debiti grazie alla legge contro il sovraindebitamento

La vera soluzione al sovraindebitamento risiede nella conoscenza e nell'applicazione delle procedure contro il sovraindebitamento. 

Queste procedure, introdotte dalla legge 3 del 2012 ed oggi contenute nel codice della crisi, permettono di cancellare per sempre i debiti, pagando solo ciò che si può. 

Il diritto fondamentale ad una vita dignitosa e decorosa è finalmente riconosciuto e non sarà più necessario temere le minacce dei recupero crediti o le segnalazioni nelle liste dei cattivi pagatori. 

 

Cercare soluzioni immediate per affrontare i debiti può sembrare logico, ma è fondamentale prendere in considerazione le conseguenze a lungo termine di tali scelte. 

Ecco perché è importante conoscere la legge contro il sovraindebitamento, perché solo così il problema si può risolvere, in modo sicuro e definitivo. 

 

Ricorda, la tua dignità e il tuo diritto ad una vita senza il peso schiacciante dei debiti sono riconosciuti: non devi più temere il futuro finanziario per te e la tua famiglia.

[Storia vera] La storia di Marco, trascinato dai creditori nella tragedia economica, liberato da 280.000 € di debiti

Marco è un ex imprenditore che ha dovuto chiudere la sua attività a causa della concorrenza sleale e della crisi del mercato.

Prima di ritrovarsi in questa condizione, aveva acquistato la casa con mutuo che stava pagando regolarmente.

Ma, non avendo più il reddito che aveva in precedenza e, visto che si stava trasferendo per trovare lavoro altrove, ha pensato di affittare la casa e con le somme pagare il mutuo.

Sembrava un buon piano se non fosse stato che gli inquilini hanno cominciato a non pagare il mutuo e, per completare l’opera, hanno danneggiato l’immobile con un incendio che ha bruciato parte della casa.

A quel punto Marco, senza più poter utilizzare la casa per darla in affitto, si è trovato in difficoltà con le rate del mutuo.

Il suo debito, venduto dalla banca ad una società di recupero, è cresciuto e Marco ha provato a chiedere al creditore di pagare gli arretrati e riprendere il mutuo in modo regolare, visto che si era ritrovato nella condizione di poterlo fare, ma il creditore si è rifiutato.

Ha intimato a Marco il saldo immediato e, non potendo questi pagare, si è visto mettere la casa all’asta.

Marco non si è arreso, ha trovato un compratore che avrebbe acquistato la casa per 60.000 € e lo stesso Marco avrebbe aggiunto altri 20.000 € in favore del creditore, ma questo si è rifiutato spingendo verso l’asta.

Alla fine la casa è stata venduta all’asta per appena 36.000 €

Avendo compreso quali fossero le intenzioni del creditore, Marco si è dato da fare per trovare una soluzione definitiva e la sua ricerca impegnativa lo ha portato fino a Legge3.it

 

Guarda la testimonianza video di Marco in cui racconta come ha scongiurato la tragedia economica

Marco nella sua ricerca per liberarsi da tutti i problemi di sovraindebitamento si è imbattuto in incapaci e truffatori che lo avrebbero rovinato per sempre con false soluzioni e lo avrebbero trascinato per sempre nel baratro!

Ecco perché è sempre importante sapere con chi si ha a che fare, per farlo bisogna sempre accertarsi dei fatti!

Testimonianze Clienti

Fatti e Non Parole è uno dei motti a cui Legge3.it si ispira da sempre, ma è anche il titolo del libro che contiene le storie di molti nostri clienti.

Storie di successo che puoi leggere anche tu adesso, cliccando sull’immagine qui di fianco e scaricando gratuitamente l’intero libro.

Puoi averlo sul tuo telefono o sul tuo computer, in modo completamente gratuito e senza dover rilasciare alcun dato.

Fatti e Non Parole non si limita a raccontare le storie di successo, ma mostra le prove concrete.

Nel libro potrai trovare tutte le sentenze dei tribunali italiani che hanno liberato i protagonisti, ma anche le loro lettere di ringraziamento dove esprimono la loro gratitudine per averli aiutati ad uscire dal tunnel del sovraindebitamento.

 

Da sempre Legge3.it punta sulla comunicazione e sulla divulgazione delle norme contro il sovraindebitamento, questo ci porta ad essere presenti su diversi social sui quali, ogni giorno, informiamo sui risultati che facciamo ottenere ai nostri clienti.

Rimani aggiornato sulle le novità e sulle nuove sentenze che riceveranno i nostri clienti, clicca sulle icone in basso e seguici sui social

 

   

 

La Garanzia 100% Soddisfatti o Rimborsati

Legge3.it punta solo ed esclusivamente a risultati concreti!

Ogni pratica deve ottenere il risultato per il quale il cliente si è rivolto a noi!

Fino ad oggi abbiamo liberato 205 persone da 96.061.000 € di debiti, mantenendo il 100% di casi di successo!

Per Legge3.it dietro ogni incarico c’è una famiglia che sta soffrendo e questo significa che se si è rivolto a noi vuole certezza di risultato.

Dietro ogni incarico c’è la certezza matematica che la pratica andrà a buon fine!

Questo lo mettiamo per iscritto dando la Garanzia 100% Soddisfatti o Rimborsati.

Una pratica di legge contro il sovraindebitamento non è un tentativo a casaccio, deve essere analizzata in ogni minima parte prima di essere presentata.

Si tratta di una procedura che risponde a specifiche caratteristiche e requisiti, se manca anche solo un requisito la procedura non passa e viene rigettata dal giudice.

Analizziamo scrupolosamente ogni singola pratica fin dal primo momento per essere assolutamente certi che tutto sia perfetto. 

Ogni cosa viene controllata più volte proprio perché non deve accadere che la pratica venga rigettata.

Se la pratica venisse rigettata la responsabilità sarebbe nostra e in questo caso non può essere il cliente a pagare per un nostro errore.

In questo caso restituiremo ogni singolo centesimo proprio grazie alla Garanzia 100% Soddisfatti o Rimborsati.

Servizio Sicuro Verificato Il Salvagente

Su ogni testimonianza video è presente, in basso sulla destra, il bollino Testimonianza Reale Verificata Il Salvagente.

Si tratta di una verifica a completa tutela del cliente fatta dalla storica rivista che tutela i diritti del consumatore “Il Salvagente”.

Siamo l’unica azienda del settore con il bollino de Il Salvagente e lo abbiamo ormai da 6 anni. 

Per rilasciarlo la struttura de Il Salvagente, verifica tutta la documentazione che riguarda i clienti.

Per poter applicare quel bollino alla testimonianza è necessario che questa sia verificata da Il Salvagente:

  • Verifica che le persone sono vere,
  • Verifica che la sentenza sia reale e rispondente alla persona,
  • Verifica che quello che raccontano è coerente con la loro storia,
  • Verificano che tutto sia reale!

Del bollino Servizio Sicuro Verificato Il Salvagente andiamo molto fieri perché attesta la completa trasparenza del lavoro di Legge3.it

Prenota una consulenza gratuita con gli Specialisti Legge3.it

Quando si è in stato di sovraindebitamento diventa impossibile scongiurare le tragedie economiche.

Queste si presentano e minacciano di trascinare nel baratro più profondo chiunque si trovi in questo stato.

Per potersi salvare da questa condizione esiste solo un modo, accedere ai benefici delle norme contro il sovraindebitamento.

Per farlo non devi rivolgerti ad improvvisati o pericolosi truffatori,

Chiama il Numero Verde

oppure compila il modulo di contatto che trovi in basso.

Il numero è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7

Chiama subito e riceverai una consulenza gratuita con i nostri specialisti i quali valuteranno la tua situazione, controlleranno che tu abbia tutti i requisiti richiesti dalla legge e ti mostreranno qual è la strada corretta per risolvere in modo definitivo il tuo problema. 

Durante la consulenza riceverai un mio speciale omaggio che ti permetterà di comprendere lo stato della tua situazione e come poterla risolvere in modo definitivo e garantito.

Fai il tuo primo passo verso una nuova libertà, la consulenza è gratuita e senza impegno! 

Buona vita!

 

Gianmario Bertollo

 

Modulo Richiesta Informazioni

Nominativo(Obbligatorio)

Dati personali(Obbligatorio)
ai sensi del Reg. UE 2016/679 per la finalità di richiesta informazioni e/o richiesta di consulenza gratuita.
Leggi l'informativa completa. (Specifichiamo che il conferimento dei dati da parte degli utenti è facoltativo, ma è tuttavia indispensabile per l'invio delle informazioni da Lei richieste.)

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 per la finalità di Marketing (newsletter, ricontatto)
Acconsenti(Obbligatorio)
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Lascia un commento